Allerta processionaria? Ci pensa il Marito in affitto con le sue soluzioni 100% Green!

Grazie all’esperienza nel settore fitoterapico e al conseguimento del patentino previsto dalla normativa in vigore il Marito in Affitto esegue trattamenti per l’eliminazione dei vari parassiti che affliggono le vostre piante (anche da frutto). Il Marito in Affitto è attrezzato per eseguire l’endoterapia, un innovativo sistema di trattamento e cura delle piante per via linfatica (una specie di flebo) che evita inutili dispersioni aeree di prodotti. Questo trattamento è obbligatorio qualora la pianta da trattare si trovi in prossimità di corsi d’acqua, ambienti pubblici o la sua chioma fosse difficilmente raggiungibile. Siamo inoltre in possesso di un attestato per l’utilizzo della cesta autocarrata per raggiungere ed estirpare i nidi di processionaria e infanthia.

Il nostro trattamento non è assolutamente nocivo. I vostri bambini e i vostri animali possono tranquillamente frequentare il parco o il giardino già pochi minuti dopo la sua applicazione

Che cos'è la processionaria e perchè è pericolosa?

E' un millepiedi della famiglia dei lepidotteri, che purtroppo a differenza dei comuni millepiedi può essere anche molto pericoloso per l'uomo e per gli animali. Attraverso il contatto si possono scatenare reazioni allergiche, dermatiti, orticarie, congiuntiviti, problemi alle vie respiratorie e nei casi gravi può verificarsi uno shock anafilattico.

I soggetti più a rischio sono i bambini e gli animali che la possono scambiare per un comune bruco o urtare innavvertitamente. Oltre al contatto diretto con i peli (o con quelli che lil bruco rilascia nell'aria) anche l'inalazione può essere pericolosa e causare reazioni allergiche. La prima cosa da fare, se accade è lavarsi abbondantemente e andare dal medico.

Dove si trova la processionaria?

La processionaria è pericolosa al suo stato larvale, ed è attiva specialmente in primavera. I luoghi più a rischio sono le pinete, dove vivono le processionarie del pino, e i boschi di quercia. Occasionalmente, colpiscono anche i larici, i cedri, i noccioli, i castagni, i faggi, i carpini e le betulle. In generale le zone più colpite sono versanti soleggiati e i perimetri dei boschi. Non c'è regione italiana che non conosca il fenomeno.

Come evitarle?

È importante che i bambini sappiano riconoscere la processionaria e la evitino. Meglio controllare bene la zona, prima di farli giocare. Lo stesso, prima di portare a passeggio il cane.

Come trattare le piante o le aree infestate?

Un decreto ministeriale del 2007 stabilisce le linee guida per la lotta alla processionaria. I comuni oggi controllano e provvedono alla disinfestazione, con diverse modalità. È importante non fare da sé, ma segnalare subito al comune, se si tratta di uno spazio pubblico. Nel caso di una proprietà privata, si può avvertire il proprietario. La legge ci impone la bonifica dei siti infestati.

Leggi di più in questo interessante articolo di Donna Moderna cliccando qui.

Resta aggiornato sulle nostre promozioni!! Iscriviti alla Newsletter cliccando qui.


Featured Posts
Recent Posts