Zanzare... conosci il tuo nemico?

Le zanzare esistono fin dall'epoca dei dinosauri ma non si sono estinte!! Ne esistono circa 3540 specie di cui circa 70 sono presenti in Italia e sono considerate l'animale più letale al mondo (sono il vettore della malaria, la febbre gialla, la dengue, etc.).

I tipi principali sono tre: Anophele, Culex e Aedes. La Culex è la zanzara più comune nell'emisfero boreale, e la meno pericolosa, è la zanzara comune che ci infastidiva nelle nottate estive. Sembrava fastidiosa, ma nulla in confronto alla diurna zanzara tigre. Questa, appartenente al genere Aedes. Introdotta in Italia fino dagli anni '90 a causa del commercio di pneumatici usati.


Per quanto si possa odiare però, è importante conoscerla per poterne prevenire (almeno in parte) i fastidiosi attacchi!


La prevenzione parte innanzitutto da noi anche attraverso delle semplici accortezze. Una di queste è quella di eliminare tutte i ristagni d'acqua (o di trattarli con dei larvicidi) presente fuori dalle nostre abitazioni! Si perché, "mamma zanzara" abbandona le uova in luoghi con acqua stagnante: un semplice sottovaso, un tombino o un canale ostruito. Qui le uova si schiudono e la zanzara passa allo stato di pupa per poi uscire dall'acqua e diventare adulta. Una volta pronta, la femmina si accoppia ed è qui che, una volta fecondata, sente il bisogno di un cibo nutriente per far maturare le uova: il sangue di un mammifero!


Ed è qui che iniziano i guai! La zanzara inizia a cercarci attratta dall'anidride carbonica e da altre odorose sostanze emessa da noi mammiferi! E' per questo che molti metodi anti-zanzara si basano su sostanze odorose e con effetto repellente! Ma attenzione alle Bufale! Ne segnaliamo almeno due: quella del rame e quella dei chiodi di garofano con l'arancia!


Infatti è convenzione che del rame (la classica monetina) nei sottovasi uccida le larve. Però la dose di rame sufficiente a uccidere le larve di zanzara è di 20 grammi per litro di acqua e si tratta di un metallo pesante, non biodegradabile e che si può accumulare nelle catene alimentari. Quindi disperso nell'ambiente può essere dannoso. Inoltre, se i pezzetti di rame dovessero ossidarsi dopo qualche tempo di continue immersioni nell'acqua perderebbero il loro effetto larvicida diventando perfettamente inutili (leggi qui).


Per i chiodi di garofano invece, studi specifici ne hanno dimostrato la scarsa efficacia (leggi qui).


Sono invece efficaci l'utilizzo di nebulizzatori, i trattamenti periodici non-tossici del Marito in Affitto, le classiche zanzariere, le trappole per uova e l'impiego di animali antagonisti (ragni, rane, pipistrelli). Il Marito in Affitto realizza anche le famose "BatBox".


Per sapere di più sulla prevenzione ti invitiamo a visitare questa pagina del ministero della salute (clicca qui).


Per conoscere meglio la zanzara invece dai un'occhiata qui.



#Zanzare #Trattementiantizanzara #Green #IlMaritoinAffitto

Featured Posts
Recent Posts